venerdì 21 gennaio 2011

I numeri del 2010







Un po’ di numeri dalla temporada 2010, in ordine sparso e senza particolari valutazioni.

Numeri secchi insomma, un po’ come dovessimo giocarli al lotto.

* La ganaderia che ha fatto combattere più tori è Nuñez del Cuvillo, 153. Cifra astronomica, sia chiaro. Segue in classifica Alcurrucen con 115 bestie, e una buona corrida a Bilbao. Terzo posto per Juan Pedro Domecq, 99 tori generalmente disastrosi. Fuente Ymbro (97) e Zalduendo con 96 completano la prima cinquina

* Juan del Alamo è il novillero che ha toreato di più, 37 corse. Alternativa per lui prevista per quest’anno a Nimes. Il francese Thomas Dufau arriva appena dietro con 36 novigliade e a 35 si ferma Esaù Fernandez. Alternative francesi anche per loro la prossima estate.

* Le prime dieci arene di Spagna per numero di corride date sono: Madrid (39), Siviglia (20), Valencia (15), Barcellona (13), Saragozza (11), Bilbao, Albacete e Malaga (10), Alicante (9), Pamplona (8).

* Le prime dieci arene di Spagna per numero di novilladas sono: Madrid (24), Siviglia (11), Algemesì (8), Saragozza (7), Navas de San Juan e Calasparra (6) Guadarrama, Valencia e Arredo (5), Albacete (4).

* José Tomas ha toreato in Europa 4 pomeriggi, prima di arrivare ad un passo dalla morte ad Aguascalientes a fine aprile.

* Victorino Martin ha venduto meno degli anni precedenti, 86 tori contro i 122 del 2008 e i 95 del 2009.

* In Spagna 133 ganaderias hanno combattuto una sola corrida, di queste 133 solo 60 hanno lidiato una corsa completa di sei tori.

* 23 novilleros hanno preso l’alternativa in Europa, da quella di Javier Cortes a Madrid-Vistalegre del 21 febbraio a quella di Juan Ortiz ad Aguilafuente, il 23 ottobre.

* Tra questi 23 neodiplomati si contano un signore di 59 anni (Antonio Marquez), un padrino di 64 (Juan Munoz), un padre che laurea il figlio (gli Esplà, il 20 giugno ad Alicante) e una ragazza, Sandra Moscoso.

* 6 code nelle corride di Francia, 79 in quelle di Spagna: il primato della generosità va all’arena di San Fernando (Cadice) che in una sola corrida ha distribuito 8 orecchie e 4 code.

* I ferri che più degli altri hanno fatto correre i propri tori in Francia sono Miura (29 tori), La Quinta (26), Nunez del Cuvillo (25).

* El Fandi occupa per il terzo anno consecutivo e per il quinto negli ultimi sei la posizione di leader del plotone, con 95 corride toreate; alle sue spalle El Juli (76, dalla 5° alla 2° posizione tra 2009 e 2010), El Cid (72, dalla 10° alla 3°). Vengono poi Talavante (64) e Ponce (63).

* Nelle arene di prima categoria in Spagna hanno sfilato tra gli altri 1 toro di origine veragua, 14 santacoloma, 416 domecq. Nelle arene di prima e seconda categoria il 62% dei tori è di provenienza domecq, il 38% di tutte le altre origini insieme.

* Gli allevamenti che in Spagna hanno visto premiati più tori con giri d’onore sono Victorino Martin e Garcigrande, con 4 a testa.

* In Spagna le novigliade con picadores sono sempre in picchiata: 665 nel 2007, 411 nel 2009, 385 l’anno scorso. In Francia invece le novilladas tengono: 42 nel 2007, 39 nel 2009, 39 anche nel 2010

* Contestualmente vanno in crisi i novilleros: erano 238 nel 2006, 175 nel 2009, sono 156 nel 2010.

* El Fandi (118), El Cid (70) e Daniel Luque (49) i tre matadores che hanno tagliato più orecchie in arene di terza categoria.

* Nelle arene francesi hanno meritato una vuelta al ruedo i tori di: Robert Margé per 3 volte, Fuente Ymbro, Victoriano del Rio, Torrestrella, Escolar Gil per 2, e altri otto tra cui Palha e Dolores Aguirre per 1.

* Miura ha esibito in tutto 46 tori (29 dei quali in Francia), La Quinta 36 (26 in Francia), Escolar Gil 24 (12 in Francia), Prieto de la Cal 9 (7 di là dalle Alpi).

* Personalmente ho visto combattere tutti i Prieto de la Cal e i Coimbra che sono usciti in Francia: 7 e 6 rispettivamente, non era difficile. Ancor più facile mi è stato con gli Ana Romero (5), Flor de Jara (1), Gallon (1). Ho visto invece solo la metà dei tori che Maria Luisa e Tardieu hanno combattuto in Francia: 1 su 2, per entrambi gli allevamenti, un brutto risultato individuale.

* Cornate e acciacchi vari hanno ridotto la stagione di Perera (dal posto del 2009 al ), Manzanares (dal al 10°), Cayetano (dal al 18°).

* Madrid è l’arena spagnola che dà più corride formali (39), Nimes quella francese (15, comprese due miste). A Madrid in 39 corride sono state attribuite 14 orecchie, a Nimes in 13 corride formali 40.

* Curro Diaz il matador che ha collezionato più paseillos a Madrid, 5.

* Nelle arene francesi di prima e seconda, la percentuale di encastes presentati è di 51 domecq/49 gli altri. Nelle 52 corride celebrate in Francia in arene di prima e seconda categoria si sono combattuti più miura e santacoloma che nelle 313 corride di stesso livello in Spagna (63/38).

* A Madrid la media di orecchie per corrida è 0.36, Zaragoza 0.64, Bilbao 0.70; a Valencia, agli antipodi tra le piazze di prima categoria, 1.93.

* 57 sono i toreri che si sono dovuti accontentare di 1solo contratto in tutta la stagione. 5 di questi si sono presi il lusso di tagliare, in quel pomeriggio, anche una coda.

* Rivera Ordonez, che adesso si fa chiamare Paquirri, ha toreato più volte in arene di prima categoria (6) che non Alberto Aguilar (5). In quelle stesse arene di prima categoria, Ordonez/Paquirri non ha tagliato neanche un’orecchia, Alberto Aguilar 6.

* Grande stagione per Maria Luisa Dominguez y Perez de Vargas che addirittura raddoppia il numero delle bestie inviate all’arena: passa da 1 a 2. Quell’uno nel 2009 era Clavel Blanco, quei due sono i due tori della concorso di Arles e Vic.

* I toreri che hanno più celebrato in Francia sono Castella e El Juli con 15 corride a testa. Al secondo posto Mehdi Savalli con 11. Alberto Aguilar (a 10 con Ponce e Bautista) e Rafaelillo 9 seguono di poco.

* Nelle arene di prima categoria, El Juli è il torero più presente: 31 apparizioni. Poi Castella (29), Ponce e Morante (21). Sempre riferendosi alle arene di prima categoria, il primato in quanto a trofei tagliati va a El Juli (55, con una media di 1.77), poi Castella (28, media 0.97), Manzanares (15, media 1,25) e Ponce (15, media 0.71)

* Nelle arene francesi sono stati liberati 475 tori (38 dei quali di allevamenti francesi, l’8%) e 238 novigli (87 francesi, il 37%). Nelle novilladas senza picadores la percentuale di tori francesi sale al 77%.

* Capitolo indulti: tra i tori da corrida, 0 in Francia e 22 in Spagna. Tra questi, divise come Nunez del Cavillo o Jandilla o El Cotillo. Tra i novillos, 1 in Spagna e 1 in Francia (rispettivamente El Montecillo e Alain Tardieu).

* Rafaelillo ha partecipato a 35 corride, la metà delle quali (17) in arene di prima categoria.

* I toreri che hanno celebrato in almeno una corrida sono stati 209.


- dati raccolti consultando il numero 1892/93 della rivista Toros, e le base-dati dei siti web
Mundotoro, Portaltaurino, Terredetoros e Escalafon del Aficionado


(foto Ronda - Arles a settembre)

4 commenti:

Angelo ha detto...

Numeri di grande interesse, da rileggere con calma. Tra questi alcuni sono pesanti: il calo dei tori lidiati e dei novilleros, il quasi 30% dei toreri con un solo contratto... Primo effetto 2011: Olivenza riduce il costo dei biglietti. La Francia sembra tenere meglio, soprattutto mostra di non soffrire i tormentoni ideologici che inquietano la penisola iberica. La primavera riporterà fiducia e ottimismo nelle arene?

Juan Medina ha detto...

Complimenti per questo post così ben lavorato. Grazie per aver citato il mio blog.

Un cordiale saluto dalla Spagna.

Anonimo ha detto...

Non è un caso la Francia "tiene" meglio, lì si dà più importanza al toro, come dimostrano le statistiche.
Saluti.
Marco

ferriko ha detto...

scusa ronda:
avresti dovuto numerare i punti (capisco che non ci sia un ordine di importanza.. però)
allora cito: "Nelle arene di prima categoria in Spagna hanno sfilato tra gli altri 1 toro di origine veragua, 14 santacoloma, 416 domecq."

...forse il sogno della valle d'aosta si avvicina.... ruby/ratzinger permettendo

il commento è riciclabile anche per altri punti!