domenica 8 marzo 2009

Agenda delle apparizioni


Ci risiamo, il Messia sta per tornare.
Dopo un 2007 in cui, miracolosamente resuscitato, ha stravolto il circo taurino scatenando il delirio dei fan riempiendo sistematicamente ogni plaza e ribaltando gli equilibri consolidati negli ultimi anni, e dopo un 2008 in cui con le corride di Madrid ha tirato una riga che segnerà per sempre il prima e il dopo JT.
In un ideale e sempre più complicato crescendo di annunci roboanti e eventi storici, l'impresa di Barcellona ha annunciato che il 5 luglio José Tomas combatterà da solo sei tori nell'arena della città catalana.
Fin da ora prevediamo grande copertura mediatica, prezzi dei biglietti immoralmente alle stelle su ebay, titoloni e grandi servizi sulla stampa specializzata e non, e un no hay billetes clamoroso per quel giorno.
Ci risiamo, insomma.
Ma confessiamo che il 2009 non era cominciato male a nostro giudizio, se con un pò di indulgenza soprassediamo sulle nevrosi a cui ha costretto gli aficionados dal giorno del suo ritorno (scelta rigorosa dei tori, dei compagni di cartel, veto alla diretta delle sue corse, ecc.): l'annuncio che in agosto passerà a Bilbao, i 100.000 euro per Adrian Gomez e il gesto di verguenza torera con la restituzione della medaglia delle Belle Arti...questi sì erano tre colpi riusciti.


(la foto, azzeccata, è di Manon)

4 commenti:

Pietro ha detto...

Speriamo di vederlo anche a Pamplona.....

Anonimo ha detto...

Scordatelo, per 3 motivi:

1) c'è la televisione;

2) il toro di Pamplona

3) a pamplona c'è semppre il pieno

RONDA ha detto...

Esattamente.
I primi due punti frenano il torero: si sa che non vuole toreare corride diffuse in diretta e si sa pure che ama tori un poco più comodi e meno armati di quelli che escono a Pamplona.
L'aspetto più squisitamente commerciale invece inibisce l'impresa: l'arena di Pamplona è sempre piena durante la San Fermin, programmare José Tomas significherebbe solo un aumento dei costi senza nessun contestuale aumento dei ricavi.
Per la stessa ragione, Nimes lo metterà al cartel nel giovedì di feria, giornata "debole" non essendo ancora arrivata tutta la gente che invece affolerà la città dal venerdì in poi, e così facendo riuscirà ad avere un pieno sicuro anche in quel giorno.
Per motivi analoghi Tomas non sarà a Dax quest'anno: lui voleva essere inserito nel ciclo della Feria, l'impresa gli ha proposto invece la Toros y Salsa di settembre, week-end in cui non sempre le arene si riempiono; così facendo gli organizzatori avrebbero potuto studiare un abbonamento "stagionale" assicurandosi il pienone sia in agosto che in settembre, e conoscendo il pubblico che gira attorno a Dax non avrebbe avuto particolari problemi a centrare l'obiettivo.
Avendo JT rifiutato la proposta, Dax non avrà il torero all'affiche.

Anonimo ha detto...

Intanto aspettiamo impazienti di vederlo all'opera domenica a Valencia.